Il guaio è tratto!

Pubblicato 15 aprile 2014 di patuasia
Categorie: Analisi spicciola, Delirio, Elezioni, Elezioni europee, Mala politica, Politica valdostana, Uomini politici

Tags: , , , , ,

Golpe, inciucio, larghe intese, alleanza, cambiamento, sistema, amici, mostro, dimissioni, apertura sì, apertura no, renaissance, bene, male … Fanno, disfano, vanno, ritornano, rifanno… e noi? Noi aspettiamo che la politica si occupi di noi. Ma non sembriamo così interessanti. Anzi siamo ai loro occhi banali, peggio: siamo distanti. La politica gira intorno a se stessa. Ormai è un vortice che a noi che l’osserviamo dall’esterno, fa venire il vomito. Ma chi li capisce più questi? Ieri sera sono rientrate le autosospensioni dei tre moschettieri piddini. La posizione ferma si è allentata con i consueti tarallucci e vino. Ma il guaio è tratto. Il PD di fatto è diviso in due. E Donzel pare un Sansone deciso a portarsi sotto le macerie tutti i filistei. A dare un contributo al casino complessivo arriva la Sinistra Vda, così si esprime il segretario Francesco Lucat: “Le decisioni sulla linea che il nostro gruppo consiliare deve tenere in consiglio regionale, non sono di competenza esclusiva degli organi dirigenti del Partito Democratico“. (aostasera.it). Fortuna che la formazione politica della sinistra in Consiglio si esaurisce qui, altrimenti la lista delle rimostranze, per altro legittime, continuerebbe a esaurimento dei partner. Vincere fa male. Qui e a Roma. Fa venire i sensi di colpa in chi si riconosce, pur non essendolo, nei meno abbienti, nei sofferenti della terra… e, meno onorevolmente, fa male a chi vede vincere un altro al posto suo. E allora vai con i capricci! Qui chi ci gode sono i Viérin e i grillo-talpa. La sinistra si è già giocata la carta dell’Europee, occasione mancata. Adesso ce la mette tutta per farsi fregare le comunali in attesa delle regionali che non verranno.

 

La cosa buffa

Pubblicato 15 aprile 2014 di patuasia
Categorie: Brutto esempio, Casta, Clan dei Viérin, Delirio, Mala politica, Politica valdostana, Uomini politici

Tags: , , , , ,

Buffa (mi fa davvero troppo ridere!), la dichiarazione al Congresso UVP dell’acclamatissima e riconfermata presidente, Alessia Favre: “Il progetto dell’alternativa c’è ed è ben chiaro: siamo pronti a governare. La loro nave sta andando a picco, ma attenzione: non si entra nell’Uvp per convenienza. Se le scialuppe di salvataggio sono piene bisognerà scegliere”. E scegliere sulla base di che? Ma della CONVENIENZA! Uhaaa uhaaa uhaaa! Altra cosa buffa: Stefano Ferrero in casa UVP si sente fra amici. Li difende: Non esistono prime donne nel nostro progetto. Per ora l’unica prima donna è Augusto Rollandin. Cercano di spaventarci, parlando di principato di Jovençan sotto il potere dei Viérin, ma ci fanno solo ridere queste allusioni”. La sindrome dell’accerchiamento ha preso anche lui. Chi critica è un nemico! Non sopportano chi è più critico di loro. Chi paga da bere però è un amico! La Renaissance come la Restitution…uhaaa uhaaa uhaaa uhaaa!

Tanto tuonò che non piovve

Pubblicato 15 aprile 2014 di robertomancini2013
Categorie: Analisi spicciola, Elezioni europee, Futuro, Ipotesi, Politica internazionale, Politica nazionale, Politica valdostana, Uomini politici

Tags: , , , , , , , , ,

Dunque forse è tempo di raccontarsi le cose come stanno. Entrambi gli schieramenti, i 18 della maggioranza rollandiniana come i 15+2 dell’opposizione, per avere il sopravvento hanno bisogno di due-tre Scilipotiz che passino nello schieramento avverso. Con Rollandin in sella e attento e marziale come un carabiniere a cavallo , per ora non avviene alcuna transumanza. Bisogna attendere il risultato delle europee: un eventuale trionfo renziano può innescare una frana, con circa mezza dozzina di Scilipotiz in veloce mutazione “progressista.” . Tenete conto che gli unionisti, di entrambi gli schieramenti (perché entrambi sostanzialmente unionisti, anche se pentiti…) , in genere posseggono l’infallibile istinto del salmone per risalire i torrenti di chi comanda a Roma. O vince a Bruxelles. Una vittoria di Renzi può sbloccare i giochi, far emergere eventuali congiurati all’interno dell’Union, dar loro il coraggio di andare dall’Empereur invitandolo a smammare. Uguale considerazione per i disgustosi SA: di fronte ad un eventuale dilagare renzista nelle europee, la loro vocazione alle intese col vincitore fiorentino non avrà freni. Diverso se invece Grillo avrà un botto elettorale, diventando il secondo partito italiano. In questo caso prevedo defezioni difficili tra i 18. Capitolo Centoz e Floris: che i segretari dei partiti sostengano la tesi per cui la politica non si decide solo in piazza Déffeyes mi sembra normale. Sopratutto nel caso di Centoz, che nelle assembleee elettive è ancora debole. I due poveri segretari si trovano alle prese con i rispettivi gruppi regionali ingrifati ed eccitati dalle crepe del rollandinismo, che vendono come già spacciato, un po’ per propaganda e un po’ per interesse.
Però non è ancora il momento del ko, per gli equilibri regionali tocca aspettare il 25 maggio, data delle europee.
Che fare intanto? Ispirarsi all’intelligente osservazione della sempre acuta Viviana Rosi, la prima a notare come l’italiano venga ritenuto inadatto ad esprimere programmi epocali, o pretesi tali: il fiscal compact, la renaissance, il job act. Pure la escort… (roberto mancini)

Siamo tutti rollandiniani?

Pubblicato 14 aprile 2014 di patuasia
Categorie: Analisi spicciola, Brutto esempio, Clan dei Viérin, Delirio, Disonestà, Domande, Guerra fra clan, Mala politica, Politica valdostana, Scempio, Uomini politici

Tags: , , , , , , , ,

Signori chi non la pensa come Raimondo Donzel, Carmela Fontana e Jean-Pierre-Guichardaz è rollandiniano! Centoz è rollandiniano. Io sono rollandiniana, il resto del mondo che si dissocia dai tre moschettieri è rollandiniano. ‘azzo! ‘azzo! ‘azzo! Lo vogliono dimettere, invece gli fanno campagna elettorale. Doppia personalità? Stato confusionale? Senilità precoce? Non credo a quanto sta accadendo. Donzel e i suoi fidi stanno massacrando il PD per la gioia dei grilli che hanno sempre visto il PD come il nemico numero due. (Non credo, infatti, che se ci fosse stato il Congresso PD, Stefano Ferrero avrebbe esordito con un: qui siamo tra amici!). Per la gioia dell’UVP che vede il suo elettorato lievitare (i tre passeranno alla Gabella? A questo punto è una domanda che va posta). Per la gioia di Alpe che spera anch’essa in qualche briciola di elettore e naturalmente per la soddisfazione della maggioranza che vede sfaldarsi l’opposizione. Ma quale Renaissance, qui è la Restauration! Quella che a breve non vedrà più traccia di un qualsiasi partito nazionale in Consiglio! Ottimo risultato, grazie Donzel, sei stato grande. Non so, a volte penso che l’autosospensione sia tutto un pretesto per tenere sotto scacco il partito. Cosa ha detto di così grave Centoz?

Read the rest of this post »

Mi ricordo di te

Pubblicato 14 aprile 2014 di patuasia
Categorie: Amicizia, Anniversari, Artisti in provincia, Persone pubbliche

Tags: , , ,
Franco, mi manchi.

Franco, mi manchi.

Un anno fa se ne è andato Franco Balan. Un uomo, un artista che ha lasciato un segno nella nostra piccola comunità. Ha creato uno stile che ancora oggi viene preso come riferimento di un linguaggio grafico di territorio. Pur conoscendo bene, anzi benissimo, l’evolversi della grafica internazionale, Franco ha ideato un fare che definirei localista. Ha saputo, infatti,  interpretare e trasferire su carta e con sensibilità contemporanea, l’espressione rurale che trova nel legno il materiale di eccellenza. I suoi manifesti raccontano una comunità alpina come hanno sempre fatto le tradizionali sculture degli artigiani. Non a caso è stato l’interprete d’eccellenza della Fiera di sant’Orso che lui ha sempre vissuto e interpretato con passione. Mi fa strano non incontrarlo più. Ma non è strano che io non lo dimentichi.

Le Kim Don-zelle

Pubblicato 13 aprile 2014 di patuasia
Categorie: Delirio, Divertissement, Politica valdostana, Uomini politici

Tags: , , , , ,

 

Le kim do-zelle durante un'esibizione del loro caro leader!

Da un’idea di Zentabaga: le kim don-zelle durante un’esibizione del loro caro leader!

 

Sui fianchi soleggiati…

Pubblicato 13 aprile 2014 di patuasia
Categorie: Battibecco, Delirio, Divertissement, Internet, Politica valdostana, Uomini politici

Tags: , , ,

Dio mio! Donzel mi accusa di stalking! Rispondo, qualche volta ai suoi post su fb e farei stalking. Fargli notare le sue contraddizioni. E’ stalking! Non risponde politicamente alle mie sollecitazioni. Non chiarisce da uomo politico qual’è e lo è sempre, perché la scelta di far politica comprende, oltre a molti privilegi, questo sacrificio. La mette, come fanno di solito, sul personale e mi trova pesante, mi accusa di molestie su fb! MOLESTIE? Ma veniamo al piccolo, divertente episodio. Poco dopo aver creato un casino considerevole all’interno del suo partito, casino che come cittadina coinvolge anche me che voto Pd e di cui la sorte mi sta a cuore scrive:Che il ramo d’ulivo (cresciuto sui fianchi soleggiati delle nostre montagne) possa portare un messaggio di pace dove le guerre disseminano violenza e miseria…“, rispondo: “Beh, per uno che ha appena scatenato una guerra all’interno del suo partito l’augurio è alquanto inquietante.“. Mi sembra una osservazione ovvia, banale, scontata, inevitabile, prevedibile, trita, convenzionale… o forse avrei dovuto precisare: … scatenato una guerra cresciuta sui fianchi soleggiati delle nostre montagne?


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 5.482 follower