Politica?

Pubblicato 31 ottobre 2014 di patuasia
Categorie: Affari, Chiarezza, Favori, Mafia di montagna, Mala politica, Politica valdostana, Previsioni, Uomini politici

Tags: , ,

Si sta risolvendo la crisi che ha attraversato la politica valdostana: a Dino Viérin la poltrona di Finaosta!

Una strega si aggira per la Valle d’Aosta…

Pubblicato 31 ottobre 2014 di patuasia
Categorie: Artisti in provincia, Auguri, Cazzate varie, Persone pubbliche

Tags: , , , ,
L'unica strega ancora presente in Valle d'Aosta: Qualcuna seguirà il suo esempio?

L’unica strega ancora presente in Valle d’Aosta: Qualcuna seguirà il suo esempio?

Terra di streghe la Valle d’Aosta, non tutte sono scomparse… c’è Patuasia, la strega Dop!

Una Fontina e mezza!

Pubblicato 25 ottobre 2014 di patuasia
Categorie: Agricoltura di montagna, Autonomia, Brutto esempio, Cultura morta, Degrado morale, Fiere, Folclore valdostano, Gastronomia, Mala politica

Tags: ,

Tagliano su tutto quanto ci riquardi come collettività, ma i loro stipendi e i loro vitalizi si guardano bene dal farlo! Così bella figura di emme al Salone del Gusto! Non ci sono stata, ma i resoconti di chi è stato presente illustrano uno stand pietoso, degno delle vetrine nei paesi dell’est durante il dominio dell’Unione Sovietica. Sedie di plastica? Già, proprio il tipico materiale di montagna e non è che manchino le panche e i tavoli in legno, mica era necessario comprarli ex novo! E’ l’intelligenza che manca, il buon gusto (appunto), la cultura… non i soldi! I soldi si trovano o possono essere sostituiti dalla creatività, l’intelligenza no! Che ci vai a fare se affitti uno spazio posizionato nel luogo più triste e invisibile del Salone? Se proprio sei la regione più povera d’Italia (e non lo sei!) fai una scelta più coraggiosa e decidi di stare a casa! Mai brillato nei vari Saloni la Valle d’Aosta, solo un espediente per trasferte piacevoli per i dipendenti. Allora che la si smetta di fare figure di cacca (di mucca, of course!).

 

Un’idea di Europa…

Pubblicato 24 ottobre 2014 di patuasia
Categorie: Brutto esempio, Cultura morta, Degrado morale, Delirio, Europa, Trasporti

Tags: , , ,

Non male come reazione al “Buongiorno” di oggi a cura del giornalista della Stampa, Massimo Gramellini, il commento postato su facebook: “L’unico autobus che gli procurerei è quello verso Auschwitz” scritto da Marco Riccardi di Aosta e dirigente del Dipartimento Politiche Strutturali e Affari Europei della Regione Valle d’Aosta. Non è certo l’unico, anzi è uno tra i tanti commenti razzisti, ma rispolverare la storia dei campi di sterminio fa sempre venire i brividi. Chissà che idea di Europa ha in mente! Capisco la situazione difficile in cui vivono i pendolari torinesi e capisco che forse al momento la soluzione adottata (due autobus per due tipi di viaggiatori) può risolvere il problema, mi auguro però che in un prossimo futuro ci sia un’alternativa un po’ più evoluta.

Domandine che prudono

Pubblicato 24 ottobre 2014 di patuasia
Categorie: Amore, Chiarezza, Curiosità, Domande

Tags: , , , , , ,

E qui da noi, sulle trascrizione dei matrimoni gay avvenuti all’estero come ci si comporta? Il sindaco che dice? Che fa? E il prefetto che dice? Che fa?

Domandina doverosa

Pubblicato 24 ottobre 2014 di patuasia
Categorie: Chiarezza, Curiosità, Domande

Tags: ,

Il registro per il testamento biologico è stato approvato in Comune un po’ di tempo fa, nel frattempo è successo qualcosa? Esiste?

Una Valle d’Arte contemporanea!

Pubblicato 24 ottobre 2014 di patuasia
Categorie: Arte, Artisti in provincia, Buon senso, Buone idee, Cultura viva, Proposte, Uomini politici

Tags: , , , ,

Beh, qualche buona idea ogni tanto arriva… quella di “Un Forte in… Gamba” ad esempio! E’ una collaborazione ottima che può dare dei risultati. Prossimo passo? Allargare la collaborazione con musei adiacenti vedi il Museo di arte contemporanea di Rivoli e Gianadda per dirne due. La rete di servizi funziona, fa piacere che anche qui qualcuno se ne sia accorto.

Mi permetto di lanciare una proposta. Considerati i tempi che non possiedono il becco di un quattrino, considerata l’importanza della comprensione verso le espressioni artistiche contemporanee ancora sconosciute ai più (la ricettività di massa è ferma all’impressionismo), considerata la produzione di tutto rispetto che anche che la Valle è in grado di esprimere nell’ambito della ricerca del linguaggio figurativo, propongo all’assessora, Emily Rini, un’antologica degli artisti valdostani di arte contemporanea (esclusi i perditempo). Costo zero, o quasi. Successo assicurato. E valorizzazione delle risorse umane del territorio che fa sempre bene, purché siano effettivamente delle risorse! (A stabilirlo lo saranno i curricula). Agli artisti si chiederanno delle opere in prestito e a titolo gratuito in cambio di un catalogo e di una presentazione critica (l’amministarzione, se interessata, potrà sempre chiedere un’opera per la collezione permanente al Castello Gamba). Al pubblico si aprirebbe una finestra sul contemporaneo spesso non capito (ed è un’assurdità! I coevi di Giotto la sua pittura la capivano eccome!) ed esposto da personalità locali. Perché la Valle non è solo artigianato o passione amatoriale, ma è anche ricerca e sperimentazione. Che ne dice assessora?


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 5.568 follower