Arriva Boudeun!


Ecco Boudeun, il decimo angelo di Patuasia!

Dopo qualche prova di avvio, Patuasia è lieta di annunciare un nuovo angelo sterminatore: Boudeun.

About these ads
Explore posts in the same categories: Artisti in provincia, Folclore valdostano

Tag: ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

8 commenti su “Arriva Boudeun!”


  1. Chi si assumerà il gravoso incarico di individuare l’undicesimo angelo sterminatore, che conseguentemente sarà chiamato “Lard”!
    :-)

  2. Hortica Says:

    Per assonanza direi che si tratta di:
    B….N !!!
    Benvenut*!

  3. bruno courthoud Says:

    Mi rivolgo subito a Boudeun, anche se non so chi sia personalmente, ma senz’altro è di palato fine. Apprendo ora da un mio ex collega all’Amministrazione regionale, geologo laureato, vincitore a suo tempo del concorso (sì, sembra incredibile, ma una volta, tanto tempo fa, si entrava in Amministrazione regionale per concorso, così come vuole la Costituzione) per “geologo regionale”, messo poi da parte perché troppo rigoroso e troppo ligio alle leggi della geologia invece che a quelle dei politici e per far posto ad un “amico” più morbido (costretto poi a mettersi da parte per essere stato troppo ligio alla legge degli “amici” anziché a quelle della geologia – e pazienza per chi ci ha lasciato la pelle), causa di demansionamento in corso davanti alla Cassazione, pare che all’ultimo giro di valzer da parte della Giunta sia stato addirittura trasferito di Assessorato ed inviato all’Industria e Commercio ad occuparsi di “sviluppo economico” della Regione (la fantasia in Regione non ha limiti). I provvedimenti di Giunta (secondo me tutti illegittimi) di solito si limitano a motivare queste scelte affermando che il prescelto (per volontà divina) “possiede i requisiti richiesti”. Avevamo un Monti in casa e non lo sapevamo! Peccato che questo nuovo incarico sia solo una ulteriore “punizione” per cacciarlo anche dall’Assessorato cui compete occuparsi di geologia.
    Signor Bodeun, visto che di queste questioni che hanno a che fare con lo “spoil’s system”, versione valdostana o “à la vapellinendze” nessun partito vuole occuparsene (oggi a me, domani a te), e neanche un qualsiasi sindacaista (ma non dovrebbero difendere la dignità del lavoratore oltreché il diritto al lavoro e al relativo stipendio?), vorrei sentire il tuo pensiero, prima che, ad es., mettano un paleografo o archivista a capo del personale o a capo dei servizi idraulici o di protezione civile in quanto “possiede i requisiti richiesti”. O va bene così? Buon riposo a politici e sindacalisti, i vostri sonni non devono essere disturbati.

  4. Boudeun Says:

    Gentilissimo sig. Courthoud,
    la ringrazio per la riflessione da lei proposta. Rispondo subito alla sua domanda, se me lo permette: no, non va bene così. Anzi, non va bene proprio per niente.
    Anzitutto metto le mani avanti, e le anticipo come io non sia così approfonditamente a conoscenza di certi meccanismi “di palazzo”, per cui alcuni miei interventi potrebbero essere più “di pancia” che “di testa”: tuttavia, proverò a formulare un pensiero basato sul mio vissuto e sui riscontri ricevuti confrontandomi con altre persone, augurandomi di non dire troppe facilonerie. Lo specifico soprattutto perché comprendo i limiti del condividere le esperienze puramente personali… sebbene, davanti a certe nomine, gli interrogativi sorgano spontanei.

    … Non nego tra l’altro di essere un po’ sorpres* dalla natura del suo intervento: proprio in questo periodo, a seguito di alcuni contrasti piuttosto acerbi avuti con dei Dirigenti valdostani, stavo cercando di muovermi per capire in base a quali imperscrutabili ed oscuri criteri costoro fossero stati scelti per ricoprire il loro ruolo, se fosse possibile avanzare a qualcuno delle legittime richieste di chiarimento, o se non fosse addirittura possibile cercare di rimuoverli dal loro ruolo. Insomma, è un intervento che capita proprio nel momento giusto, pensando alle coincidenze della vita..! O non sarà che anche lei è un emissario della Spectre de nos atres, e ha già scoperto la mia identità nascosta?

    Comunque, posso permettermi di risponderle da cittadino che a causa di questo “spoil system à la vapellinendze”, per citare le sue parole, si è trovato e si trova tutt’ora a dover faticare molto nell’interfacciarsi con le istituzioni. Credo di non essere l’unico a notare come la non conoscenza, l’arroganza e l’inettitudine che caratterizzano l’essere e l’agire di certi signori portino a chiedersi come mai siano stati dichiarati idonei a ricoprire determinati cariche; e immagino di non essere neanche l’unico a rammaricarsi nell’appurare come a volte forti e nerborute braccia siano state sottratte alla nobile pratica dell’agricoltura per essere destinate alla vita di ufficio.

    Per il momento non ho ancora capito come, e se, ci si possa muovere in tal senso; di sicuro, in un contesto come il nostro, le motivazioni di particolari nomine divengono dei segreti di Pulcinella per cui, quando si parla di taluni individui, si alzano gli occhi al cielo e ci si ripete il mantra che recita come essi siano lì perché trapiantati da altrove in quanto, altrimenti, irremovibili dal punto di vista burocratico/legislativo/cabalistico/zodiacale.
    Almeno, la mia esperienza è stata questa: non farà testo per tutti, ma so che per molti è stato così. Posso sinceramente assicurarle che i disagi che ho avuto dal rapportarmi (o nel cercare di farlo) con certi individui siano stati notevoli.

    Le propongo a proposito un piccolo divertissement: le linko una simpatica lista di nomi e di curriculum. Pensi alle cariche ricoperte da certi signori, e legga il loro curriculum: cerchi di trovare dei nessi tra studi, precedenti attività o percorsi formativi, ed il loro (attuale) ruolo. Risate assicurate. … E poi, lacrime.

    http://appweb.regione.vda.it/DBWEB/Dirigenti.nsf/alfabeticaweb?OpenView

    Non so cosa si possa fare al riguardo: ci sto lavorando su, cercando di vederci meglio.
    Almeno, leggendo il suo post, mi sono già venute in mente alcune idee per delle vignette: mi ci metterò al lavoro al più presto. La ringrazio anche per questo spunto..!
    La prego già ora di perdonarmi se non parteciperò spesso ad altre riflessioni. Sono refrattario alla dimensione dello scambio online, e non amo molto parteciparvi. Un po’ da orsi, lo so: ma sono fatto così.
    Buona giornata!

  5. bruno courthoud Says:

    Ringrazio per la risposta. L’unica soluzione sarebbe riformare profondamente lo spoil’s sistem (a suo tempo avevo avanzato alcune proposte di modifica, anche ad esponenti politici), ma sono completamente sordi all’argomento. Eppure economisti di fama nazionale affermano che quello dello spoil’s system è un nodo essenziale ed importantissimo da riformare, una priorità quasi assoluta, atteso che i politici lo hanno usato e lo usano per i loro esclusivi interessi, coinvolgendo la classe dirigenziale e conseguentemente tutta l’amministrazione, in interessi “privati” e/o “partitici”, e facendo della classe amministratrice un ponte tra la politica e gli affari (o meglio i malaffari) in cui il politico troverà sempre il modo di scaricare eventuali responsabilità sul “collaborazionista” funzionario di turno. Visto che una riforma seria non è voluta da NESSUNO, occorrerebbe almeno che:
    1) il titolare di una funzione, qualora allontanato da essa, lo sia con precise e puntuali motivazioni, contenute nel provvedimento di nomina di altro titolare, affinchè il medesimo possa, se del caso ricorrere. Attualmente i provvedimenti nulla dicono.
    2) analogamente, chi viene assegnato a nuova funzione, trovi nel provvedimento tutte le motivazioni puntuali e precise, che motivano e giustificano il perché dell’assegnazione e non la generica frase: “il quale possiede i requisiti richiesti”.
    Parole al vento.


  6. Metodo quasi infallibile per individuare funzionari pubblici onesti e capaci:
    verificare se sono stati demansionati, hanno subito procedimenti disciplinari oppure sono stati trasferiti.
    E la cosa grave poi non è che davanti a certi altri uffici ci sia scritto coordinatore, dirigente o assessore ma che chi è dentro sia incredibilmente convinto di poter ricoprire l’incarico…

  7. libero Says:

    E bravo Boudeun! Ci aspettiamo molto da te!

  8. Boudeun Says:

    Tutte proposte giuste e fattibili: e di conseguenza, ancora non vedranno la luce in Valle.
    A costo di essere demagogic* (abbiate pazienza, la pancia non sa pesare le parole come la testa), ma come in ogni caso già affermato nei precedenti commenti, una riforma seria in questo settore non è voluta da nessuno di coloro che potrebbero attuarla; altrimenti, la si sarebbe già vista. Un cambiamento radicale andrebbe a vantaggio dei cittadini ma, al contempo (e questa è la cosa che ha più peso tra le due), a svantaggio dell’attuale classe dirigenziale, che vedrebbe incepparsi un po’ gli ingranaggi della gigantesca macchina di soggezione, approssimatezza, controllo e, ça va sans dire, potere, messa in moto da tanti anni a questa parte. In particolare, niente mi toglie dalla mente la sicurezza che Dirigenti ed Amministratori più competenti rivolterebbero le piattaforme e la configurazione dei servizi già esistenti come un calzino (arretratezza, approssimazione, disservizi… piatti più tipici della motzetta) (anzi, del boudeun), con conseguente aumento della spesa laddove un cambiamento ci vorrebbe, e meno fondi da destinare a progetti che arricchiscano gli amici degli amici degli amici degli amici.
    Una dietrologia che sfocia quasi nel complottismo, ma non mi pare la cosa più strana del mondo. Voglio dire, Laurent Viérin ha vinto premi teatrali e Mogol ha scritto l’inno della Valle: davanti a questi scenari da trip lisergico, non fatico più a credere a nulla. A nulla.
    Perché, se i Dirigenti sono quelli che sono, ovviamente non è una casualità.
    E con questo, torno ad orsare ed esco dal web, concedendomi nuovamente alla satira: grazie a Libero per l’incoraggiamento, spero le vignette possano rivelarsi all’altezza della situazione..!
    Buona serata a tutti!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 5.564 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: